La Chiesa friulana accoglie tre nuovi catecumeni, domenica 22 febbraio il rito dell’elezione

Domenica 22 febbraio, alle ore 19.00, in Cattedrale a Udine, l’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, ha presieduto la celebrazione con il rito di «elezione» di tre nuovi catecumeni, coloro cioè che, in età adulta, hanno intrapreso un percorso di fede e di conversione.

I catecumeni – accompagnati dai loro parroci, padrini o madrine e catechisti –, sono stati iscritti tra gli «eletti» e si chiederà loro una ferma volontà di ricevere i sacramenti della Chiesa. Come segno di assenso, durante la celebrazione, apporranno la firma nel registro appositamente preparato, assieme ai loro padrini o madrine. Dopo la Celebrazione l’Arcivescovo incontrerà gli eletti nella sacrestia del Duomo per un momento di conoscenza personale.
 
Il fatto che degli adulti chiedano di entrare a far parte della Chiesa rappresenta un’occasione preziosa per le stesse comunità cristiane si tratta infatti di un momento per riscoprire l’identità battesimale, l’appartenenza ecclesiale e la fedeltà al Vangelo. Non a caso dal 2005, in maniera continuativa e strutturata, l’Arcidiocesi di Udine – attraverso il Servizio diocesano al catecumenato – ha proposto percorsi dedicati a chi vuole ricevere i sacramenti dell’iniziazione cristiana, così, da allora, un centinaio di persone sono entrate in piena comunione con la Chiesa. Un fenomeno significativo dovuto anche alla presenza di tanti migranti sul nostro territorio e segno di una Chiesa viva, in cammino e che si interroga sul proprio futuro.
 
Le prossime tappe
 
Domenica 22 febbraio, alle 19.00 in Cattedrale a Udine, dunque la celebrazione dell’elezione, durante la quale, in segno di assenso, i tre catecumeni apporranno la firma nel registro appositamente preparato, assieme ai loro padrini o madrine. Dopo la Celebrazione l’Arcivescovo incontrerà gli eletti nella sacrestia del Duomo per un momento di conoscenza personale.
 
Dopo il rito dell’elezione, domenica 8, 15 e 22 marzo, nelle parrocchie dei catecumeni, si celebreranno gli scrutini. Con questi riti si completa la preparazione spirituale e catechistica degli eletti, che si protrae per tutto il tempo della Quaresima. Mercoledì 18 marzo, in Arcivescovado alle 20.30, ci sarà l’incontro con l’Arcivescovo per la consegna del «Padre Nostro». Mentre sabato 28 marzo, alle 11, a Udine dalle suore Dimesse avverrà la riconsegna del Simbolo nelle mani dell’Arcivescovo, da parte dei catecumeni, e il rito dell’Effatà. Sabato 4 aprile in Cattedrale, alle 21, durante la veglia pasquale la celebrazione dei sacramenti dell’iniziazione cristiana. A Pasqua, nelle rispettive parrocchie, i neo battezzati parteciperanno all’Eucaristia, indossando la veste bianca.