Sabato 28 marzo una nuova tappa del cammino dei catecumeni: il rito della «Riconsegna del Simbolo»

Tre catecumeni sabato 28 marzo vivranno un momento importante del loro percorso di iniziazione cristiana: il rito della «Riconsegna del Simbolo»

Tre nuovi catecumeni si stanno avvicinando a grandi passi al momento in cui, nella grande veglia pasquale del Sabato Santo, riceveranno i Sacramenti dell’iniziazione cristiana dalle mani dell’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato. Sabato 28 marzo, alle ore 11 nella sede delle Suore Dimesse a Udine, vivranno un altro importante passaggio del loro cammino: il rito dell’Effatà. Con questo rito, in forza del suo proprio simbolismo, si sottolinea la necessità della grazia perché uno possa ascoltare la parola di Dio e professarla per la propria salvezza. Gli eletti, uno alla volta, si porteranno davanti alla Sede alla presenza dell’Arcivescovo. Quindi l’Arcivescovo, toccando con il pollice l’orecchio destro e sinistro dei singoli eletti e la loro bocca chiusa, dirà: «Effatà, Apriti, perché tu possa professare la tua fede a lode e gloria di Dio». Seguirà il rito della «Riconsegna del Simbolo» – ricevuto nelle proprie parrocchie nella quinta settimana di Quaresima – nel quale gli eletti professano il contenuto essenziale della fede cristiana nella formula del Simbolo Apostolico.