Quaresima, comunità in cammino con i catecumeni, ecco le tappe

Prosegue il cammino intrapreso dai Catecumeni la prima domenica di Avvento. Pubblichiamo qui il calendario completo con tutte le tappe dell’Iniziazione cristiana, la prima delle quali sarà domenica 14 febbraio in Cattedrale a Udine con il rito dell’Elezione in cui i Catecumeni confermeranno la propria volontà di ricevere i sacramenti della Chiesa

L’inizio dell’Anno pastorale è stato il tempo, nelle nostre comunità, dell’accoglienza di coloro che – giovani e adulti – hanno scelto di intraprendere la strada verso l’incontro con Gesù Cristo. La prima domenica di Avvento, nelle diverse parrocchie, si è così celebrato il rito dell’ammissione al Catecumenato.
Quel cammino prosegue nella Quaresima che per i Catecumeni è scandita da numerose tappe significative, le riportiamo qui di seguito.
Tutti i riti sono publicati nel volume «Diventare cristiani nelle comunità. Iniziazione cristiana degli adulti e dei giovani, ragazzi, fanciulli non battezzati» qui in versione pdf o disponibile in formato cartaceo negli uffici del Centro Attività pastorali, a Udine, in via Treppo 3, e che è curato dal Servizio diocesano per il catecumenato della Diocesi di Udine.

Domenica 14 febbraio – Rito dell’Elezione (in Cattedrale)

Prima domenica di Quaresima, in Cattedrale, alle 19, alla presenza dell’Arcivescovo, mons. Andrea Bruno Mazzocato, si celebra l’«elezione» o «iscrizione del nome». I catecumeni, accompagnati dai loro parroci, padrini/madrine, catechisti, vengono iscritti tra gli “eletti” e si chiede loro una ferma volontà di ricevere i sacramenti della Chiesa. Come segno di assenso, durante la celebrazione, appongono la firma nel registro appositamente preparato, assieme ai loro padrini/madrine
Dopo la Celebrazione l’Arcivescovo incontra gli eletti nella sacrestia del Duomo per un momento di conoscenza personale.
 

Domenica 28 febbraio, 6 e 13 marzo – Scrutini (nelle Parrocchie) 

Terza, quarta e quinta domenica, nelle parrocchie dei catecumeni, si celebrano gli scrutini. Con questi riti si completa la preparazione spirituale e catechistica degli eletti, che si protrae per tutto il tempo della Quaresima. Si scelgano le letture del ciclo “A” con i brani evangelici della Samaritana, del Cieco nato, di Lazzaro.

Domenica 6 marzo (in parrocchia)

Unzione con l’olio dei catecumeni e consegna del Credo.
Questi riti sono pubblicati nel fascicolo “Itinerario liturgico” e si possono trovare nel sito internet oppure all’Ufficio del Catecumenato presso il Centro Attività Pastorali.

Venerdì 11 marzo – Consegna del Padre nostro (in Arcivescovado)

In Arcivescovado, alle ore 20.30, incontro dei catecumeni e dei loro padrini/madrine con l’Arcivescovo per la consegna della Preghiera del Signore. Con questo gesto la Chiesa affida loro amorevolmente la preghiera dei figli di Dio.
Ci si trova qualche minuto prima delle 20.30 nel cortile della Curia in modo da salire tutti assieme nell’appartamento del Vescovo. Qui avviene un breve incontro di preghiera durante il quale l’Arcivescovo consegna ai catecumeni il Padre Nostro. Dopo la breve celebrazione l’Arcivescovo si intrattiene con i catecumeni per approfondire la loro conoscenza.
 

Sabato 19 marzo – Rito dell’Effatà e riconsegna del Simbolo – (nella sede delle Suore Dimesse )

Vigilia della domenica delle Palme, alle ore 11, nella sede delle suore Dimesse, riconsegna del Simbolo nelle mani dell’Arcivescovo, da parte dei Catecumeni, e rito dell’Effatà. Con questi ultimi riti gli eletti sono preparati alla professione battesimale della fede.
Quella stessa mattina, alle ore 9.15 ci si trova in Duomo e nel Battistero per “fare le prove”, perché i catecumeni e i loro padrini/madrine siano informati, sul posto, dei movimenti e degli spostamenti che saranno invitati a fare durante il rito del Battesimo, della Cresima e dell’Eucaristia. Inoltre verranno assegnate le mantelle bianche che dovranno essere indossate subito dopo il Battesimo.
 

Sabato 26 marzo – Veglia Pasquale (in Cattedrale)

In Cattedrale, alle 21.00, Veglia pasquale e celebrazione dei sacramenti dell’Iniziazione cristiana: Battesimo, Cresima, Eucaristia. I sacramenti sono conferiti dopo il rito della benedizione dell’acqua, con la quale, attraverso la commemorazione delle grandi opere compiute da Dio, è ricordato il mistero del suo amore a partire dall’origine del mondo e dalla creazione del genere umano; poi, con l’invocazione dello Spirito Santo e l’annunzio della morte e della risurrezione di Cristo, si sottolinea la novità del lavacro di rigenerazione istituito dal Signore, con cui partecipiamo alla sua morte e risurrezione e riceviamo la santità stessa di Dio.
I catecumeni sono pregati di arrivare almeno alle ore 20.30 per prendere posto, prepararsi con calma e ricevere le ultime indicazioni.

Domenica di Pasqua – (nelle Parrocchie) 

Nelle rispettive parrocchie, i neo battezzati partecipano all’Eucaristia della comunità, indossando la veste bianca del loro battesimo.

Domenica 15 maggio – Solennità di Pentecoste (in Cattedrale)

In Cattedrale, alle ore 10.30, i neofiti depongono la veste bianca del loro Battesimo nelle mani dell’Arcivescovo, durante la Celebrazione della Cresima per i giovani-adulti della Città.